Get Adobe Flash player

Valutazione attuale:  / 0

La mostra di Alessandra Illiano al PAN: vernissage il 23 maggio

Alessandra Illiano personaleColoratissimi scorci di paesaggio, volti umani, dettagli di mani e teorie di pesci, monumenti di fama internazionale. Sono i soggetti di Alessandra Illiano, giovane pittrice formatasi nel laboratorio artistico del Centro Diurno Dipartimentale di Riabilitazione Aquilone (del Dipartimento di Salute Mentale dell’Asl Napoli 1 Centro, gestito dal gruppo Gesco attraverso la cooperativa Era) dove ha trovato realizzazione la sua inclinazione creativa, che l’ha portata a una prolifica produzione su carta e tela. Una selezione dei suoi quadri sarà esposta al Pan – il Pan, il Palazzo delle Arti di Napoli da martedì 23 maggio fino a lunedì 5 giugno 2017.

La mostra, curata da Michele Gargiuloè promossa dal gruppo di imprese sociali Gesco e dalla cooperativa sociale Era e ha il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli. Il vernissage si terrà martedì 23 maggio alle ore 17, con la partecipazione dell’assessore Nino Daniele.

«Tratteggiati con piglio da cartoon in composizioni dal segno fluido e sicuro, dalle forme giustapposte e riempite da colori forti e spesso in contrasto tra loro - scrive la giornalista ed esperta d’arte Paola De Ciuceis - le figurazioni di Illiano conquistano mente e cuore dell’osservatore catapultandolo in un favoloso universo naif».

Alessandra Illiano, 37 anni, è un’ utente del centro Aquilone dove ha potuto sviluppare la sua creatività. Sin da piccola ha dimostrato grandi doti artistiche, in particolare come pittrice: nel centro Aquilone produce creazioni connotate da originalità e vivacità che rimandano al suo mondo interiore ed esprimono, al tempo stesso, gioia di vivere e un’attenzione per colori e soggetti sempre in chiave positiva e ottimistica.

La scelta di uno spazio espositivo neutro e lontano dai contesti di cura come il Pan significa collocare in un giusto contesto, fuori dallo stigma e dai pregiudizi, nel rapporto unico e diretto tra artista e pubblico, le opere di questa giovane pittrice che, nonostante la sofferenza della malattia psichiatrica, racconta il suo mondo, le sue esperienze.

La collezione in mostra è composta da 32 tavole di formato medio-piccolo, di cui 29 con orientamento orizzontale e 3 con orientamento verticale. L’artista ha adottato una tecnica decorativa con markers al toluene su cartoni telati. La vivacità cromatica è messa in risalto dalla inquadratura della cornice che suggerisce un affaccio su paesaggi ad ampio respiro. Gli elementi e i colori risaltano e contrastano come in una vetrata istoriata. Le cornici sono realizzate in forma plastica con cartone grigio rigido (recuperato dagli scarti di lavorazione di cartotecnica), progettate e tagliate dagli allievi del laboratorio di legatoria e cartonaggio del Centro Diurno di Riabilitazione Psichiatrica “Aquilone”. Le cornici sono state rastremate verso l’interno per focalizzare e suggerire allo spettatore la centralità del soggetto.

Alle tele è affiancato un pannello supplementare con la biografia dell’artista e il dettaglio sul laboratorio in cui si è formata.

amicar sharing

napolicittasolidale

napoliclick

buona causa

card-farepiu copia

Per ulteriori informazioni rivolgersi alla Segreteria:

081.787.2037 int. 5 - gesco@gescosociale.it

rassegna stampa

nelpaeseit