Get Adobe Flash player

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Il film è coprodotto dal gruppo di imprese sociali Gesco

veleno“Veleno”, come quello che criminali senza scrupoli hanno disseminato in un piccolo centro del casertano. Questo il titolo del film che Diego Olivares presenta venerdì 8 settembre alla mostra internazionale del Cinema di Venezia, all’interno della Settimana della Critica,  e che sarà nelle sale dal 14 settembre. Il film è una produzione Bronx Film, Minerva Pictures e Tunnel Produzioni in collaborazione con il gruppo di imprese sociali Gesco, Rai Cinema, Sky Cinema e Film Commission Regione Campania.

Veleno è la storia di una coppia, Cosimo e Rosaria, che vive nelle campagne della Terra dei Fuochi, tra le province di Napoli e Caserta. Dopo anni di tentativi, i due riescono a concepire un bambino che però non riuscirà mai a vedere il padre, ammalatosi e morto di tumore dopo un’esistenza trascorsa a lavorare la sua terra, quella ereditata dal padre, vicina a una discarica gestita dalla camorra. Intorno alle straordinarie interpretazioni di Luisa Ranieri, Massimiliano Gallo e Salvatore Esposito ruota la drammatica quanto cruda quotidianità della vita nella Terra dei Fuochi, dove amore e odio, diritti e ingiustizia, felicità e dramma si intrecciano di continuo sullo sfondo dei rifiuti tossici interrati ovunque. Nei sottopassaggi, nelle campagne, nelle discariche, ai bordi della strada, una presenza oscura che definisce un contesto che condiziona ogni momento dell’esistenza.

Veleno è una storia vera, il racconto di una dignità irrinunciabile, quella che lega l’uomo alla terra, alla vita, alla voglia di costruire un futuro contro la violenza della camorra, delle malattie e dei rifiuti. In alcune scene del film compaiono, difatti, dei luoghi tristemente noti per l'incessante sversamento di rifiuti pericolosi e per la presenza continua di roghi: è il caso di alcune strade interpoderali vicine alla stazione Tav di Afragola o la zona a ridosso dei Regi Lagni.

È il dramma con cui quotidianamente convivono i cittadini della Terra dei Fuochi e che Gaetano Di Vaio della Bronx Film, coautore della pellicola, e Gesco, coproduttore di Veleno, hanno voluto mettere in scena senza alcuna censura. Il film mostra l’interesse economico delle mafie nell’inquinare quella terra, descrive come le mani della camorra hanno interrato rifiuti, incendiato materiale tossico e sversato liquami. Ma si tratta di un’ecomafia viva e vegeta che può essere ripresa e raccontata ogni giorno recandosi nelle stesse location della pellicola di Olivares.

Trailerhttps://www.youtube.com/watch?v=_y-inq0XQMw

amicar sharing

napolicittasolidale

napoliclick

buona causa

card-farepiu copia

Per ulteriori informazioni rivolgersi alla Segreteria:

081.787.2037 int. 5 - gesco@gescosociale.it

rassegna stampa

nelpaeseit